ORA DISPONIBILE

Aggiornamento di Gestione API di Azure del 14 febbraio

Data di pubblicazione: 15 febbraio, 2019

Il 14 febbraio abbiamo avviato un normale aggiornamento del servizio Gestione API di Azure. L'aggiornamento include le correzioni di bug, le modifiche e le nuove funzionalità seguenti:

  • Ora puoi usare i criteri di tipo rate-limit a livello dell'API e dell'operazione API, oltre che a livello dell'ambito del prodotto come supportato in precedenza.
  • Ora puoi fare riferimento a un certificato in base al relativo identificatore nei criteri di tipo authentication-certificate.
  • Ora puoi usare i criteri di tipo set-header per modificare l'intestazione Host che verrà inoltrata al back-end.
  • Ora puoi usare i metodi della classe System.Security.Cryptography.X509Certificates.RSACertificateExtensions nelle espressioni dei criteri.
  • Ora puoi modificare le proprietà relative all'Indirizzo di posta elettronica dell'editore e al Nome organizzazione senza riavviare Gestione API.
  • Sono stati ottimizzati gli aggiornamenti dell'entità Valore denominato.
  • È stato rimosso il limite di 256 caratteri per le note sulla versione dell'API.
  • È stata aggiunta una proprietà per controllare quando archiviare gli indirizzi IP client nel log di Monitoraggio di Azure e di Azure Application Insights.
  • È stato corretto un bug che consentiva contemporaneamente la creazione di percorsi API vuoti e con barra singola.
  • È stato corretto un bug che impediva la propagazione delle modifiche alla proprietà subscriptionRequired del prodotto.
  • È stato corretto un problema con l'eliminazione di Gestione API tramite la conversione della chiamata DELETE a providers/Microsoft.ApiManagement/service in un'operazione a esecuzione prolungata.
  • Le intestazioni Content-Length e Content-Type per le richieste HEAD a Gestione API non vengono più rimosse. In base alla specifica, un'intestazione HEAD deve restituire le stesse intestazioni di una richiesta GET.
  • È stato corretto un bug che causava la perdita dell'associazione di Gestione API tra un prodotto aperto e un'API se l'API faceva precedentemente parte di un altro prodotto aperto.

Gli aggiornamenti vengono distribuiti in modo graduale. È in genere necessaria almeno una settimana per l'aggiornamento di ogni istanza attiva del servizio.

 

  • Gestione API
  • Features

Prodotti correlati