Aggiornamento di Gestione API di Azure del 28 agosto

Data di pubblicazione: 16 agosto, 2018

L'aggiornamento più recente per Gestione API di Azure include queste funzionalità e correzioni di bug:

  • Miglioramento dell'importazione di API dalle app per le funzioni: durante l'importazione da un'app per le funzioni ora puoi selezionare una singola funzione, più funzioni o tutte le funzioni configurate con un trigger HTTP entro l'app. La configurazione delle chiavi di sicurezza viene gestita automaticamente, per permetterti di effettuare immediatamente una chiamata dopo il completamento dell'importazione.
  • Interfaccia utente semplificata per l'aggiunta di API: nella pagina Aggiungi API vengono ora visualizzate solo alcune impostazioni necessarie e viene fornito l'accesso con un clic al set completo di configurazioni.
  • Modifica semplificata dei criteri per i criteri a uso frequente: ora puoi configurare i criteri per restrizioni IP, limiti di frequenza e CORS usando l'editor di criteri basato su moduli.
  • Selezione del binding SSL predefinito nell'interfaccia utente del portale di Azure: quando configuri un nome di dominio personalizzato per il proxy, ora puoi contrassegnare il rispettivo certificato come il certificato da usare quando non è presente l'intestazione SNI.
  • Supporto migliorato per le revisioni nella configurazione Git: l'impostazione di una revisione come corrente funziona ora come previsto.
  • Supporto migliorato per entità di diagnostica nell'API di gestione: vengono ora restituiti identificatori corretti quando e elenchi o ottieni un'entità di diagnostica nelle versioni API prima di 2018-06-01-preview.

L'aggiornamento è stato iniziato il 28 agosto 2018. Le istanze dei servizi vengono aggiornate in batch ed è in genere necessaria circa una settimana per consentire all'aggiornamento di raggiungere ogni istanza attiva del servizio.

  • Gestione API
  • Features

Prodotti correlati