Cos'è il cloud computing?

Guida per principianti

In parole semplici, il cloud computing è la distribuzione di servizi di calcolo, come server, risorse di archiviazione, database, rete, software, analisi e molto altro, tramite Internet ("il cloud"). Le società che offrono questi servizi di calcolo sono dette provider di servizi cloud e in genere addebitano un costo per i servizi di cloud computing in base all'utilizzo, in modo analogo alle spese domestiche per acqua o elettricità.

Ancora non ti è molto chiaro come funziona il cloud computing e a cosa serve? Questa guida per principianti è pensata per chiarire la terminologia e i concetti di base relativi al cloud computing e permetterti di iniziare rapidamente a usare questi servizi.

Come scegliere un provider di servizi cloud

Guarda un dizionario di terminologia comune del cloud computing

Usi del cloud computing

Probabilmente stai usando il cloud computing proprio adesso, anche se non te ne rendi conto. Se usi un servizio online per inviare posta elettronica, modificare documenti, guardare film o programmi TV, ascoltare musica, giocare oppure archiviare immagini o altri file, è probabile che tutto questo sia possibile grazie al cloud computing, che agisce dietro le quinte. I primi servizi di cloud computing risalgono appena a una decina di anni fa, ma già molte organizzazioni, dalle piccole startup alle multinazionali, dagli enti pubblici alle organizzazioni no profit, stanno adottando questa tecnologia per i motivi più vari. Ecco alcune delle attività che puoi svolgere con il cloud:

  • Creare nuovi servizi e app
  • Archiviare i dati ed eseguirne il backup e il ripristino
  • Ospitare siti Web e blog
  • Trasmettere in streaming audio e video
  • Fornire software on demand
  • Analizzare i dati per ricavarne modelli ed eseguire stime

Principali vantaggi del cloud computing

Il cloud computing rappresenta un grande cambiamento rispetto alla visione tradizionale delle aziende in materia di risorse IT. Cos'è il cloud computing? Perché è così diffuso? Ecco sei motivi comuni per cui le organizzazioni ricorrono ai servizi di cloud computing:

1. Costo

Il cloud computing elimina le spese di capitale associate all'acquisto di hardware e software e alla configurazione e alla gestione di data center locali, che richiedono rack di server, elettricità 24 ore su 24 per alimentazione e raffreddamento ed esperti IT per la gestione dell'infrastruttura. I conti tornano in fretta.

2. Velocità

La maggior parte dei servizi di cloud computing viene fornita in modalità self-service e on demand, quindi è possibile effettuare il provisioning anche di grandi quantità di risorse di calcolo in pochi minuti, in genere con pochi clic del mouse, e questo garantisce alle aziende eccezionale flessibilità senza la pressione legata alla necessità di pianificare la capacità.

3. Scalabilità globale

I vantaggi dei servizi di cloud computing includono la possibilità di usufruire di scalabilità elastica. In materia di cloud questo significa fornire la giusta quantità di risorse IT, ad esempio una quantità maggiore o minore di potenza di calcolo, risorse di archiviazione e larghezza di banda, proprio quando è necessario e dalla posizione geografica appropriata.

4. Produttività

I data center locali richiedono in genere molto spazio per rack e impilamento dei server, nonché configurazione di hardware, applicazione di patch software e altre attività di gestione IT dispendiose in termini di tempo. Il cloud computing elimina la necessità di molte di queste attività, consentendo ai team IT di dedicare il loro tempo al raggiungimento di obiettivi aziendali più importanti.

5. Prestazioni

I più grandi servizi di cloud computing vengono eseguiti su una rete mondiale di data center sicuri, aggiornati regolarmente all'ultima generazione di hardware, veloce ed efficiente. Questo offre diversi vantaggi rispetto a un singolo data center aziendale, tra cui latenza di rete ridotta per le applicazioni e maggiori economie di scala.

6. Affidabilità

Il cloud computing aumenta la semplicità e riduce i costi di backup dei dati, ripristino di emergenza e continuità aziendale, grazie alla possibilità di eseguire il mirroring dei dati in più siti ridondanti nella rete del provider di servizi cloud.

Tipi di servizi cloud: IaaS, PaaS, SaaS

La maggior parte dei servizi di cloud computing rientra in tre ampie categorie: infrastruttura distribuita come servizio (IaaS, Infrastructure as a Service), piattaforma distribuita come servizio (PaaS, Platform as a Service) e software come un servizio (SaaS, Software as a Service). Talvolta si parla di stack di cloud computing, in quanto queste categorie sono basate una sull'altra. La conoscenza di queste soluzioni e delle loro differenze semplifica il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Infrastruttura distribuita come servizio (IaaS, Infrastructure as a Service)

Si tratta della categoria più di base dei servizi di cloud computing. Con una soluzione IaaS, affitti l'infrastruttura IT, ovvero server e macchine virtuali (VM), risorse di archiviazione, reti e sistemi operativi, da un provider di servizi cloud con pagamento in base al consumo. Per altre informazioni, vedi Cos'è il modello IaaS?

Piattaforma distribuita come servizio (PaaS, Platform as a Service)

PaaS (piattaforma distribuita come servizio, Platform as a Service) si riferisce a servizi di cloud computing che forniscono un ambiente on demand per lo sviluppo, il test, la distribuzione e la gestione di applicazioni software. Una soluzione PaaS è progettata per consentire agli sviluppatori di creare in modo più semplice e rapido app Web o per dispositivi mobili, senza doversi preoccupare della configurazione o della gestione dell'infrastruttura di server sottostante, della rete di archiviazione e dei database necessari per lo sviluppo. Per altre informazioni, vedi Cos'è il modello PaaS?

Software come un servizio (SaaS, Software as a Service)

SaaS (Software as a Service, software come un servizio) è un metodo per la distribuzione di applicazioni software tramite Internet, on demand e in genere in base a una sottoscrizione. Con una soluzione SaaS, i provider di servizi cloud ospitano e gestiscono l'applicazione software e l'infrastruttura sottostante e si occupano delle attività di manutenzione, come gli aggiornamenti software e l'applicazione di patch di protezione. Gli utenti si connettono all'applicazione tramite Internet, in genere con un Web browser nel telefono, tablet o PC. Per altre informazioni, vedi Cos'è il modello SaaS?

Tipi di distribuzioni cloud: cloud pubblico, privato e ibrido

Non tutti i cloud sono uguali. Ci sono tre modalità diverse di distribuzione delle risorse di cloud computing: cloud pubblico, cloud privato e cloud ibrido.

Cloud pubblico

I cloud pubblici sono di proprietà di un provider di servizi cloud di terze parti, che fornisce le risorse di calcolo, come server e risorse di archiviazione, tramite Internet. Microsoft Azure è un esempio di cloud pubblico. Con un cloud pubblico, hardware, software e altra infrastruttura di supporto sono tutti di proprietà del provider di servizi cloud e gestiti da esso. Puoi accedere a questi servizi e gestire il tuo account usando un Web browser.

Cloud privato

Un cloud privato si riferisce alle risorse di cloud computing usate esclusivamente da una singola azienda o organizzazione. Un cloud privato può trovarsi fisicamente nel data center locale della società. Alcune società, inoltre, pagano provider di servizi di terze parti per ospitare il proprio cloud privato. Un cloud privato è un cloud in cui servizi e infrastruttura sono gestiti in una rete privata.

Cloud ibrido

I cloud ibridi combinano cloud privato e pubblico, grazie a una tecnologia che consente la condivisione di dati e applicazioni tra i due tipi di cloud. Consentendo lo spostamento di dati e applicazioni tra cloud privato e pubblico, il cloud ibrido offre alle aziende maggiore flessibilità e più opzioni di distribuzione.

Modalità di funzionamento del cloud computing

I servizi di cloud computing presentano tutti lievi differenze nel funzionamento a seconda del provider. Molti però forniscono un dashboard intuitivo basato sul browser che aiuta sviluppatori e professionisti IT a ordinare le risorse e gestire gli account in modo più semplice. Alcuni servizi di cloud computing sono inoltre progettati per funzionare con API REST e un'interfaccia della riga di comando (CLI, Command-Line Interface), per offrire agli sviluppatori più opzioni.

Microsoft e il cloud computing

Microsoft è un provider globale leader di servizi di cloud computing per aziende di tutte le dimensioni. Per altre informazioni sulla nostra piattaforma cloud, Microsoft Azure, e per un confronto con gli altri provider di servizi cloud, vedi Cos'è Azure? e Confronto tra Azure e AWS.