ORA DISPONIBILE

Aggiornamento a Gestione API di Azure - Ottobre 2019, 2

Aggiornamento: 28 ottobre, 2019

Un aggiornamento normale del servizio Gestione API di Azure è stato avviato il 25 ottobre 2019 e include le nuove funzionalità, le correzioni di bug, le modifiche e i miglioramenti seguenti. Gli aggiornamenti vengono distribuiti gradualmente e la loro ricezione da parte di ogni istanza attiva del servizio Gestione API richiede più di una settimana.

Novità

  • Ora è possibile creare tipi di contenuto personalizzati nel nuovo portale per sviluppatori. I nomi dei tipi di contenuto personalizzati devono iniziare con il prefisso c-. La documentazione nel repository GitHub del portale verrà presto aggiornata.

Fisso

  • Quando un servizio del livello A consumo con un dominio personalizzato viene sospeso e poi riattivato, ora conserva il certificato e le impostazioni del dominio. Questa correzione si applica solo ai nuovi servizi creati.
  • Le richieste annullate a causa della disconnessione del client non vengono più segnalate come errori di disconnessione back-end.
  • Le richieste non riuscite a causa di un codice di risposta HTTP back-end non valido non vengono più segnalate come errori interni del gateway.

Modifiche apportate

  • Ora è possibile usare la chiamata all'API di stato della rete per monitorare la connettività tra la cache locale e le unità Gestione API in un'area.
  • Il criterio redirect-content-urls ora rispetta l'identificatore della versione dell'API nel percorso URL.
  • Non è più necessario abilitare la connettività di rete virtuale su altri account di archiviazione per la versione gestita del nuovo portale per sviluppatori. La documentazione verrà presto aggiornata.

Il nuovo portale per sviluppatori (in anteprima) segue un ciclo di vita indipendente per le versioni e il log delle modifiche per ogni versione è disponibile su GitHub.

 

 

  • Gestione API
  • Features

Related Products