Prezzi di Gestione traffico

Indirizzamento geografico del traffico in ingresso verso le app per prestazioni e disponibilità ottimali

Gestione traffico di Azure aiuta a ridurre i tempi di inattività e a migliorare la velocità di risposta di applicazioni importanti, grazie al routing del traffico in ingresso tra più distribuzioni in aree diverse. Il rerouting automatico e i controlli di integrità integrati garantiscono disponibilità elevata in caso di errore di un servizio. Puoi usare Gestione traffico con i servizi di Azure, tra cui App Web, Servizi cloud e Macchine virtuali, oppure in combinazione con servizi locali per distribuzioni ibride e una migrazione cloud senza problemi.

Dettagli prezzi

La fatturazione di Gestione traffico è basata sul numero di query DNS ricevute, con uno sconto per i servizi che ricevono più di 1 miliardo di query al mese. Vengono addebitati anche i costi per ogni endpoint monitorato (la tariffa varia a seconda che si tratti di un servizio di Azure o esterno).

Prezzo
Primo 1 miliardo di query DNS/mese $- per milione di query
Oltre 1 miliardo di query DNS/mese $- per milione di query
Controlli di integrità (Azure) $- per endpoint di Azure/mese
Componente aggiuntivo Controlli di integrità con intervallo veloce (Azure)* $- per endpoint di Azure/mese
Controlli di integrità (esterno) $- per endpoint esterno/mese
Componente aggiuntivo Controlli di integrità con intervallo veloce (esterno)* $- per endpoint esterno/mese

*I controlli di integrità dell'endpoint veloci devono essere acquistati come componente aggiuntivo per i controlli di integrità dell'endpoint Basic.

Supporto e contratto di servizio

  • Il supporto tecnico per tutti i servizi di Azure disponibili a livello generale, incluso Gestione traffico, viene fornito tramite il supporto tecnico di Azure a partire da $29.0 al mese. Il supporto per fatturazione e gestione delle sottoscrizioni viene fornito gratuitamente. Il supporto tecnico è anche disponibile gratuitamente tramite i forum di community.
  • Microsoft garantisce che per almeno il 99,99% delle volte le query DNS riceveranno una risposta valida da almeno uno dei cluster del server dei nomi di Gestione traffico di Azure. La disponibilità viene calcolata su un ciclo di fatturazione mensile. Per altre informazioni sul contratto di servizio, visita la pagina del contratto di servizio.

Domande frequenti

  • Quando un utente accede all'applicazione, viene usata una query DNS per eseguire il mapping del nome del servizio all'indirizzo IP. Fornendo risposte diverse a query DNS diverse, Gestione traffico permette di instradare il traffico in ingresso tra più servizi di Azure ospitati, eseguiti nello stesso data center o in più data center in diverse parti del mondo.

    Gestione traffico permette di scegliere tra diversi metodi di routing del traffico, tra cui prestazioni, failover o round robin. Usando questi metodi per gestire il traffico in modo efficiente, è possibile garantire prestazioni elevate, disponibilità e resilienza per le applicazioni.

  • Traffic Manager consente di migliorare la disponibilità delle applicazioni critiche monitorando gli endpoint dei servizi ospitati in Azure e offrendo funzionalità di failover automatico quando un servizio diventa inattivo.

    A questo scopo, Gestione traffico esegue continuamente il monitoraggio dell'integrità di ogni endpoint di servizio. Quando i controlli di integrità rilevano che un servizio non è attivo, Gestione traffico reindirizza il traffico agli altri servizi.

  • Sì, i prezzi per le query DNS e per i controlli di integrità sono indipendenti dal metodo di routing del traffico usato.

  • Quando il PC di un utente finale esegue una query DNS, non contatta direttamente i server dei nomi di Gestione traffico. Piuttosto queste query vengono inviate tramite server DNS "ricorsivi" eseguiti dalle aziende e ISP. Le risposte DNS vengono memorizzate nella cache dai server in modo che le query degli altri utenti possano essere elaborate più velocemente. Poiché queste risposte memorizzate nella cache non raggiungono i server dei nomi di Gestione traffico, non sono soggette ad addebito.

    La durata della memorizzazione nella cache dipende dal parametro "TTL" nella risposta DNS originale. Il parametro è configurabile in Gestione traffico e il valore predefinito è 300 secondi, mentre il valore minimo è 30 secondi.

    Utilizzando un parametro TTL maggiore, è possibile aumentare la quantità di dati memorizzati nella cache dai server DNS ricorsivi e quindi ridurre il costo delle query DNS. Tuttavia, una cache più grande influisce sulla velocità dell'acquisizione delle modifiche allo stato dell'endpoint da parte degli utenti finali, ossia i tempi di failover dell'utente finale si allungano in caso di errori degli endpoint. Per questo motivo, l'uso di valori TTL molto grandi è sconsigliato.

    Analogamente, un TTL più piccolo equivale a tempi di failover più rapidi, ma poiché la memorizzazione nella cache è ridotta, aumenta il numero delle query ai server dei nomi di Traffic Manager.

    Consentendo la configurazione del valore TTL, Traffic Manager consente di effettuare la scelta migliore di TTL in base alle necessità aziendali dell'applicazione.

Risorse

Calcolatore

Stimare i costi mensili per i servizi di Azure

Domande frequenti sugli acquisti

Leggi le domande frequenti sui prezzi di Azure

Dettagli sul prodotto

Altre informazioni su Gestione traffico

Documentazione

Rivedere esercitazioni tecniche, video e altre risorse

Incrementa le prestazioni e la disponibilità delle tue applicazioni

Inizia oggi stesso