ORA DISPONIBILE

Le regole di confronto a livello di server in Istanza gestita sono disponibili globalmente

Data di pubblicazione: 17 aprile, 2019

Se si usano istanze locali di SQL Server con regole di confronto personalizzate a livello di server, ora è possibile eseguirne la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure senza modificare applicazioni e database. La configurazione di regole di confronto personalizzate per l'istanza gestita è ora disponibile a livello generale e consente di creare nel cloud istanze di PaaS completamente gestite e corrispondenti alle regole di confronto a livello di server delle istanze locali di SQL Server. Per eseguire la migrazione dei carichi di lavoro da istanze locali di SQL Server, verifica le regole di confronto correnti usando SELECT SERVERPROPERTY (N'Collation') e usa questo valore per creare una nuova istanza gestita.

L'introduzione della funzionalità delle regole di confronto a livello di server consente di eseguire facilmente la migrazione dei database locali all'istanza gestita garantendo che tutte le query che usano gli oggetti che dipendono dalle regole di confronto a livello di server funzioneranno dopo la migrazione dopo il refactoring.

È possibile configurare regole di confronto personalizzate a livello di server durante la creazione dell'istanza gestita usando il portale di Azure, Azure PowerShell o l'interfaccia della riga di comando di Azure e non è possibile modificarle dopo la creazione dell'istanza.

Per maggiori dettagli sulla configurazione di regole di confronto a livello di server durante la creazione dell'istanza, vedere Creare un'istanza gestita.

  • Features