IN ANTEPRIMA

Anteprima pubblica: funzionalità Configurazione guest per Criteri di Azure

Data di pubblicazione: 24 settembre, 2018

Una nuova funzionalità è disponibile in anteprima per Criteri di Azure. I clienti di Azure hanno ora strumenti nativi che offrono la visibilità nelle macchine virtuali per le impostazioni di server e applicazioni nelle rispettive sottoscrizioni.

Le organizzazioni aziendali hanno requisiti specifici per sistemi operativi, applicazioni e ambienti operativi, incluse baseline per la sicurezza specifiche del settore, ad esempio CIS/STIG, e informazioni sulle applicazioni come proprietà dei certificati e versioni dei protocolli. I requisiti delle organizzazioni possono includere anche specifiche relative a prestazioni e capacità. Prevediamo l'iterazione rapida insieme ai clienti per l'aggiunta di nuovi contenuti e funzionalità.

Il primo criterio disponibile per i test è denominato [Anteprima]: Controlla le impostazioni di sicurezza della password nelle macchine virtuali Linux e Windows. Trova questo criterio in Azure dalla risorsa Criteri. Seleziona Definizioni e quindi imposta il filtro Tipo su Configurazione guest.

GuestConfig

L'iniziativa combina regole che distribuiscono una nuova estensione di VM e controlli eseguiti in una macchina virtuale. Il criterio disponibile in anteprima include nove impostazioni. Sei impostazioni valutano i criteri relativi alle password in Windows Server usando la versione più recente della piattaforma Microsoft Desired State Configuration. Tre impostazioni valutano le impostazioni correlate alle password nei server Linux mediante il linguaggio InSpec di Chef. Eventuali criteri aggiuntivi verranno basati sui commenti dei clienti e sull'interesse per l'espansione di strumenti e funzionalità.

Per scoprire di più, contatta il nostro team:

  • Criteri di Azure
  • Compliance

Prodotti correlati