ORA DISPONIBILE

Data Factory aggiunge l'importazione di schemi, i test di connessione e l'ordinamento personalizzato dei sink ai flussi di dati

Data di pubblicazione: 07 febbraio, 2020

Importazione di schemi dal cluster di debug

Ora puoi usare un cluster di debug attivo per creare una proiezione dello schema nell'origine del flusso di dati.

L'importazione dello schema, disponibile in tutti i tipi di origini, eseguirà l'override della proiezione definita nel set di dati. L'oggetto set di dati non verrà modificato. Tutti i metodi esistenti in precedenza per la creazione e la modifica degli schemi sono ancora validi e compatibili.

Per altre informazioni sulla scheda della proiezione, vedi la documentazione sulle origini dei flussi di dati.

Test delle connessioni in Spark Cluster

Puoi usare un cluster di debug attivo per verificare che la data factory possa connettersi al servizio collegato quando viene usato Spark nei flussi di dati. Questo approccio risulta utile come test di integrità per assicurare che il set di dati e il servizio collegato siano configurazioni valide quando vengono usati nei flussi di dati.

Ordinamento personalizzato dei sink

Se hai più destinazioni nel flusso di dati, ora puoi specificare l'ordine di scrittura del flusso di dati. L'abilitazione dell'ordinamento personalizzato dei sink, non deterministico per impostazione predefinita, consente operazioni di scrittura sequenziali per i sink dei flussi di dati.

Scopri di più sull'ordinamento personalizzato dei sink.

Per altre informazioni, leggi il post di Tech Community.

  • Data Factory
  • Features

Prodotti correlati