Ignora esplorazione
ORA DISPONIBILE

Aggiornamenti di Hub di notifica di Azure per iOS 13

Data di pubblicazione: 21 ottobre, 2019

Il recente aggiornamento del servizio di notifica Push pubblico di Apple ha un certo impatto sui clienti di Hub di notifica di Azure. Scopri di più sull'impatto di queste modifiche su Hub di notifica di Azure.  In particolare, Apple richiede ora agli sviluppatori di identificare le notifiche come un avviso o come notifiche in background tramite la nuova intestazione "apns-push-type"' nell'API del servizio APN.

Secondo la documentazione di Apple, Il valore di questa intestazione deve riflettere accuratamente il contenuto del payload della notifica. Se non c'è corrispondenza o se l'intestazione manca nei sistemi in cui è obbligatoria, il servizio APN può restituire un errore, ritardare il recapito della notifica o eliminarla del tutto. 

Ora gli sviluppatori devono impostare questa intestazione nelle applicazioni che inviano notifiche tramite Hub di notifica di Azure. A causa di una limitazione tecnica, i clienti devono usare l'autenticazione basata su token per le credenziali del servizio APN con le richieste che includono questo attributo. Se usi l'autenticazione basata su certificati per le credenziali del servizio APN, devi passare all'autenticazione basata su token. 

Per aiutarti durante questa transizione, quando Hub di notifica di Azure rileva una notifica in cui non è impostata l'intestazione apns-push-type, il servizio deduce il tipo di push dalla richiesta di notifica e imposta il valore automaticamente. Non dimenticare di configurare Hub di notifica di Azure in modo che usi l'autenticazione basata su token per impostare l'intestazione obbligatoria. Per altre informazioni, vedi Autenticazione basata su token (HTTP/2) per il servizio APN

Un'altra modifica secondaria, ma che richiede a sua volta una modifica all'applicazione back-end che invia le notifiche, è il requisito in base al quale per le notifiche in background l'intestazione apns-priority deve essere impostata su 5. Molte applicazioni impostano l'intestazione apns-priority su 10, che indica il recapito immediato, oppure non la impostano e accettano il valore predefinito, che è sempre 10. Questo comportamento non è più consentito per le notifiche in background, quindi, dato che Apple non recapiterà più le notifiche in background in cui questo valore è mancante, devi impostare il valore per ogni richiesta. 

Per anni gli sviluppatori iOS hanno usato l'attributo description dei dati deviceToken inviati al delegato del token push per estrarre il token push usato da un'applicazione back-end per inviare notifiche al dispositivo. Con Xcode 11, l'attributo description ha cambiato formato. Il codice usato dagli sviluppatori prima del rilascio di questo nuovo IDE ora non funziona più. Abbiamo aggiornato l'SDK di Hub di notifica di Azure in base a questa modifica. Ti invitiamo ad aggiornare l'SDK usato dalle tue applicazioni alla versione 2.0.4 o a una versione successiva dell'SDK di Hub di notifica di Azure per iOS

  • Hub di notifica
  • Features

Prodotti correlati