Ignora esplorazione
ORA DISPONIBILE

Il motore di regole di Verizon della Rete per la distribuzione di contenuti di Azure verrà aggiornato alla versione 4

Data di pubblicazione: 27 maggio, 2020

Nella Rete per la distribuzione di contenuti di Azure di Verizon la migrazione dal motore di regole di Verizon Premium versione 3 (V3) al motore di regole di Verizon versione 4 (V4) è pianificata a partire dal 27 maggio 2020 con fine prevista per il 10 giugno 2020. Non è previsto alcun tempo di inattività durante la migrazione. Al termine della migrazione verranno visualizzati gli aggiornamenti all'interfaccia utente negli account di Verizon Premium e saranno disponibili alcune funzionalità aggiuntive. Visualizza un elenco completo di modifiche e aggiornamenti. Non sono previsti impatti per il carico di lavoro corrente.

Ecco alcune funzionalità aggiuntive che saranno incluse nella versione 4:

  • Ambiente di gestione temporanea - Offre un'area di lavoro sicura per il test della compatibilità della nuova configurazione di un motore di regole con traffico fittizio del sito.
  • Bozze - Include una o più regole destinate a identificare le richieste e il set di azioni da applicare. Una bozza è un lavoro in corso che consente aggiornamenti frequenti alla configurazione senza influire sul traffico del sito.
  • Criteri - È possibile creare, archiviare e gestire più varianti delle regole. È possibile eseguire il rollback a una versione distribuita in precedenza. Puoi preparare in anticipo regole specifiche per gli eventi, ad esempio una regola che reindirizza il traffico come risultato della manutenzione dell'origine del cliente.
  • Richieste di distribuzione - Questa funzionalità offre una procedura semplice e lineare che consente l'applicazione rapida di un criterio all'ambiente di gestione temporanea o di produzione. Viene fornita una cronologia delle richieste di distribuzione per semplificare il rilevamento delle modifiche applicate a questi ambienti.
  • Espressioni condizionali indipendenti - È ora possibile configurare le condizioni di corrispondenza di una regola in modo che si escludano a vicenda, ad esempio selezione della prima corrispondenza, o che siano indipendenti, ad esempio corrispondenza.
  • Aggiornamento supplementare del portale - Nuova interfaccia utente che semplifica la configurazione delle regole. Non sono previsti limiti al numero totale di regole consentite. Non sono previsti limiti al numero totale di corrispondenze e funzionalità in una regola.

Altre informazioni.

  • Rete per la distribuzione di contenuti
  • Services