Che cos'è un cloud ibrido?

Un cloud ibrido è un ambiente di elaborazione che combina un cloud pubblico e un cloud privato consentendo la condivisione di dati e applicazioni tra di essi. In presenza di variazioni della domanda di elaborazione e calcolo, il cloud computing ibrido permette alle aziende di ridimensionare facilmente l'infrastruttura locale fino al cloud pubblico per gestire le eventuali eccedenze, senza dover concedere ai data center di terze parti l'accesso alla totalità dei dati. Le organizzazioni possono usufruire della flessibilità e della potenza di elaborazione del cloud pubblico per le attività di elaborazione di base non sensibili, mantenendo i dati e applicazioni aziendali strategiche e in locale, protetti da un firewall aziendale.

L'uso del cloud ibrido non sono consente alle aziende di ridimensionare le risorse di calcolo, ma evita anche di effettuare investimenti significativi in conto capitale solo per gestire i picchi di domanda a breve termine o per liberare risorse locali per dati o applicazioni più sensibili. Le aziende pagano solo per le risorse che usano temporaneamente anziché dover acquistare, programmare e gestire risorse e apparecchiature aggiuntive che potrebbero rimanere inattive per periodi prolungati. Il cloud computing ibrido è una piattaforma che offre il "meglio di entrambi gli scenari", poiché garantisce tutti i vantaggi del cloud computing, ovvero flessibilità, scalabilità e razionalizzazione dei costi, con il rischio più basso possibile di esposizione dei dati.

Prodotti e servizi correlati

Servizi BizTalk

Integrazione senza problemi di azienda e cloud

Bus di servizio

Connessione tra ambienti cloud privati e pubblici

StorSimple

Riduzione dei costi con una soluzione di archiviazione cloud ibrida aziendale