Contratto di Servizio per Data Lake Analytics

Ultimo aggiornamento: 2016 ottobre

Microsoft garantisce che Data Lake Analytics sarà disponibile almeno per il 99,9% del tempo.

Il presente Contratto di Servizio per i Microsoft Online Services (il presente “Contratto di Servizio”) è parte del contratto multilicenza Microsoft della società (il “Contratto”). I termini in maiuscolo utilizzati, ma non definiti, nel presente Contratto di Servizio avranno il significato assegnato loro nel Contratto. Il presente Contratto di Servizio si applica ai Microsoft Online Services riportati di seguito (un “Servizio” o i “Servizi”), ma non ai servizi con marchio separato resi disponibili con tali Servizi o ad essi collegati oppure collegati a qualsiasi software locale erogato nell’ambito di un Servizio.

Qualora Microsoft non raggiunga né mantenga i Livelli di Servizio descritti nel presente Contratto di Servizio per ciascun Servizio, la società potrà essere idonea a ricevere un credito per una parte dei corrispettivi mensili pagati per il servizio. Microsoft non modificherà le condizioni del Contratto di Servizio durante il periodo di validità iniziale della sottoscrizione della società; tuttavia, in caso di rinnovo della sottoscrizione, la versione del presente Contratto di Servizio in vigore all’inizio del periodo di rinnovo verrà applicata a tutto il periodo di rinnovo. Microsoft comunicherà con un preavviso di almeno 90 giorni eventuali variazioni sostanziali sfavorevoli al presente Contratto di Servizio.

Definizioni

Periodo Mensile Applicabile” indica, nel caso di un mese solare nel quale sia dovuto un Credito di Servizio, il numero di giorni per i quali la società ha sottoscritto un Servizio.

Corrispettivi Mensili Applicabili al Servizio” indica i corrispettivi totali effettivamente pagati dalla società per un Servizio che vengono applicati al mese in cui è dovuto il Credito di Servizio.

Tempo di Inattività” è definito per ogni Servizio nelle Condizioni Specifiche per i Servizi che seguono.

Codice Errore” indica che un’operazione non ha avuto esito positivo, ad esempio un codice di stato HTTP nell’intervallo 5xx.

Connettività Esterna” indica un traffico di rete bidirezionale su protocolli supportati, quali HTTP e HTTPS, che può essere inviato e ricevuto tramite un indirizzo IP pubblico.

Evento Imprevisto” indica (i) qualsiasi evento singolo o (ii) qualsiasi gruppo di eventi che provoca un Tempo di Inattività.

Portale di Gestione” indica l’interfaccia Web, fornita da Microsoft, tramite la quale le società potranno gestire il Servizio.

Credito di Servizio” indica la percentuale dei Corrispettivi Mensili Applicabili per il Servizio accreditati alla società in seguito all’approvazione del reclamo da parte di Microsoft.

Livello di Servizio” indica le metriche di erogazione definite nel presente Contratto di Servizio che Microsoft accetta di rispettare per la fornitura dei Servizi.

Risorsa di Servizio” indica una singola risorsa disponibile per essere utilizzata in un Servizio.

Codice di Riuscita” indica che un’operazione ha avuto esito positivo, ad esempio un codice di stato HTTP nell’intervallo 2xx.

Periodo di Supporto” indica il periodo di tempo durante il quale viene supportata la funzionalità di un Servizio o la compatibilità con un prodotto o servizio specifico.

Condizioni

Reclami
Perché Microsoft prenda in considerazione un reclamo, la società dovrà sottoporlo al supporto tecnico di Microsoft Corporation, comprese tutte le informazioni necessarie a Microsoft per convalidarlo, incluse, a titolo esemplificativo: (i) la descrizione dettagliata dell’Evento Imprevisto, (ii) le informazioni riguardanti l’ora e la durata del Tempo di Inattività, (iii) il numero e le ubicazioni degli utenti interessati (se applicabile) e (iv) le descrizioni dei tentativi effettuati per risolvere l’Evento Imprevisto quando si è verificato.

Per quanto riguarda un reclamo relativo a Microsoft Azure, Microsoft dovrà riceverlo entro due mesi dal termine del mese di fatturazione nel quale si è verificato l’Evento Imprevisto oggetto del reclamo. Per quanto riguarda i reclami relativi a tutti gli altri Servizi, Microsoft dovrà ricevere il reclamo entro la fine del mese solare successivo al mese in cui si è verificato l’Evento Imprevisto. Ad esempio, qualora l’Evento Imprevisto si verifichi il 15 febbraio, Microsoft dovrà ricevere il reclamo e tutte le informazioni necessarie entro il 31 marzo.

Microsoft valuterà tutte le informazioni ragionevolmente disponibili e determinerà in buona fede se alla società spetta un Credito di Servizio. Microsoft porrà in essere sforzi ragionevoli sotto il profilo commerciale per analizzare i reclami nel mese successivo ed entro quarantacinque (45) giorni dalla loro ricezione. Per essere idonea a ricevere un Credito di Servizio, la società dovrà essere adempiente al Contratto. Qualora Microsoft decida che alla società spetti un Credito di Servizio, applicherà tale credito ai Corrispettivi Mensili Applicabili per il Servizio della società.

Qualora la società abbia acquistato più di un Servizio (non come pacchetto), potrà proporre reclami in conformità alla procedura descritta sopra come se ciascun Servizio fosse coperto da un singolo Contratto di Servizio. Ad esempio, qualora la società abbia acquistato sia Exchange Online che SharePoint Online (non nell’ambito di un pacchetto) e durante il periodo di validità della sottoscrizione un Evento Imprevisto avesse causato un Tempo di Inattività per entrambi i Servizi, la società potrebbe essere idonea a ricevere due Crediti di Servizio distinti (uno per ciascun Servizio), proponendo due reclami ai sensi del presente Contratto di Servizio. Nell’eventualità che per un particolare Servizio non venga soddisfatto più di un Livello di Servizio a causa del medesimo Evento Imprevisto, la società dovrà scegliere solo un Livello di Servizio ai sensi del quale proporre un Reclamo per tale Evento Imprevisto. Salvo quanto diversamente stabilito in un Contratto di Servizio specifico, per un Periodo Mensile Applicabile è consentito solo un Credito di Servizio.

Crediti di Servizio
I Crediti di Servizio sono l’unico ed esclusivo rimedio della società in caso di problemi di erogazione e disponibilità di qualsiasi Servizio ai sensi del Contratto e del presente Contratto di Servizio. La società non potrà unilateralmente interrompere il pagamento dei Corrispettivi Mensili Applicabili per il Servizio in caso di problemi di erogazione e disponibilità.

I Crediti di Servizio si applicano solo ai corrispettivi pagati per il Servizio, la Risorsa di Servizio o il livello di Servizio specifico per il quale non è stato soddisfatto un Livello di Servizio. Laddove i Livelli di Servizio si applichino a Risorse di Servizio singole o a livelli di Servizio specifici, i Crediti di Servizio sono validi solo per i corrispettivi pagati per la Risorsa di Servizio o il livello di Servizio interessato, a seconda dei casi. I Crediti di Servizio concessi in un mese qualsiasi di fatturazione per un particolare Servizio o Risorsa di Servizio non potranno in alcun caso superare i corrispettivi mensili del servizio pagati dalla società per il Servizio o la Risorsa di Servizio, a seconda dei casi, nel mese di fatturazione.

Qualora la società acquisti i Servizi nell’ambito di un pacchetto o di altra offerta singola, i Corrispettivi Mensili Applicabili per il Servizio e il Credito di Servizio per ciascun Servizio verranno calcolati in misura proporzionale.

Qualora la società abbia acquistato un Servizio da un rivenditore, riceverà un credito di servizio direttamente dal rivenditore e il rivenditore riceverà un Credito di Servizio direttamente da Microsoft. Il Credito di Servizio si baserà su un prezzo stimato al dettaglio per il Servizio applicabile, stabilito da Microsoft a sua ragionevole discrezione.

Limitazioni
Il presente Contratto di Servizio e gli eventuali Livelli di Servizio applicabili non sono validi in caso di problemi di erogazione o disponibilità:

  1. dovuti a fattori al di fuori del ragionevole controllo di Microsoft (ad esempio, calamità naturali, guerra, atti di terrorismo, rivolte o azioni governative oppure problemi di rete o guasti del dispositivo all’esterno dei data center di Microsoft, sia sul sito della società o tra il sito della società e il data center di Microsoft);
  2. derivanti dall’utilizzo di servizi, hardware o software non forniti da Microsoft, inclusi, a titolo esemplificativo, i problemi causati da larghezza di banda inadeguata o correlati al software o ai servizi di terzi;
  3. causati dall’utilizzo di un Servizio da parte della società, qualora tale società non si sia attenuta all’indicazione fornita da Microsoft su come utilizzare diversamente il Servizio;
  4. durante o in relazione alle versioni in anteprima, non definitive, beta o di valutazione di un Servizio, una funzionalità o un software (come stabilito da Microsoft) o agli acquisti effettuati utilizzando i crediti ottenuti tramite le sottoscrizioni Microsoft;
  5. risultanti dall’attività non autorizzata o dalla mancanza di attività richiesta da parte della società o dei suoi dipendenti, appaltatori o fornitori o di coloro che agiscono per conto della società oppure di chiunque abbia accesso alla rete Microsoft tramite le password o le apparecchiature della società o in altro modo derivanti dal mancato rispetto delle procedure di sicurezza appropriate;
  6. derivanti dal mancato rispetto delle configurazioni necessarie, dal mancato uso delle piattaforme supportate e dalla non conformità ai criteri di utilizzo oppure causati dall’utilizzo del Servizio da parte della società in modo non conforme alle caratteristiche e alla funzionalità del Servizio (ad esempio, tentativi di eseguire operazioni non supportate) o alla documentazione o alle indicazioni pubblicate da Microsoft;
  7. derivanti da input, istruzioni o argomenti erronei (ad esempio, richieste di accesso a file inesistenti);
  8. risultanti da tentativi della società di eseguire operazioni che superino le quote ordinate o derivanti dalla limitazione imposta da Microsoft circa i comportamenti offensivi sospetti;
  9. in seguito all’utilizzo da parte della società delle funzionalità del Servizio fuori dai relativi Periodi di Supporto o
  10. per le licenze prenotate, ma non acquistate, al momento dell’Evento Imprevisto.

I Servizi acquistati tramite i contratti multilicenza Open, Open Value e Open Value Subscription e i Servizi della famiglia di prodotti Office 365 Small Business Premium acquistati sotto forma di codice Product Key non sono idonei a ricevere i Crediti di Servizio basati sui corrispettivi per il servizio. Per quanto riguarda tali Servizi, qualsiasi Credito di Servizio per il quale la società potrà essere idonea verrà accreditato sotto forma di tempo di servizio (ad esempio, giorni) anziché di corrispettivi per il servizio ed eventuali riferimenti a “Corrispettivi Mensili Applicabili per il Servizio” saranno eliminati e sostituiti da “Periodo Mensile Applicabile”.

Definizioni Aggiuntive

Operazioni Totali” indica il numero totale di tentativi di operazioni autenticate in un intervallo di un’ora in tutti gli account Data Lake Analytics in un determinato periodo di sottoscrizione di Azure nel corso di un mese di fatturazione.

Operazioni Non Riuscite” indica l’insieme di tutte le operazioni all’interno delle Operazioni Totali che restituiscono un Codice di Errore o non riescono a restituire un Codice di Riuscita entro 5 minuti per quanto riguarda la creazione e l’eliminazione degli account ed entro 25 secondi per quanto riguarda tutte le operazioni, cui vanno aggiunti altri 2 secondi per MB per le operazioni con payload.

Frequenza di Esecuzioni con Errori” indica il numero totale di Operazioni Non Riuscite diviso per le Operazioni Totali in un determinato intervallo di tempo di un’ora. Qualora il numero di Richieste Totali in un intervallo di tempo di un’ora sia zero, la Percentuale di Errore relativa a tale intervallo sarà 0%.

Calcolo del Tempo di Attività Mensile

La “Percentuale di Tempo di Attività Mensile” è calcolata sottraendo dal 100% la Frequenza Media di Esecuzioni con Errori per un determinato periodo di sottoscrizione di Microsoft Azure in un mese di fatturazione. La “Frequenza Media di Esecuzioni con Errori” di un mese di fatturazione corrisponde alla somma delle Frequenze Esecuzioni con Errori per ogni ora del mese di fatturazione diviso per il numero totale di ore del mese di fatturazione. La Percentuale di Tempo di Attività Mensile è rappresentata dalla seguente formula:

% di Tempo di Attività Mensile = 100% - Frequenza Media di Esecuzioni con Errori

Percentuale di Tempo di Attività Mensile Credito di Servizio
< 99.9% 10%
< 99% 25%