Microsoft Azure

Scopri tutte le possibilità offerte dalle tecnologie open source sul cloud. Ottieni dai leader delle community informazioni sulle piattaforme per app, sui contenitori, su DevOps e altro ancora.

Strategia e partnership open source per Microsoft Azure

Non c'è mai stato un momento più propizio per le community e il software open source. Microsoft garantisce il suo impegno rispetto alle tecnologie open source e John Gossman darà l'avvio al primo evento Azure OpenDev condividendo l'approccio e la strategia open source di Microsoft in quattro fasi principali: abilitazione, integrazione, rilascio e collaborazione. John illustrerà anche le collaborazioni di Microsoft con altre organizzazioni, ad esempio Linux Foundation e Cloud Foundry Foundation.

John Gossman

John Gossman

Responsabile dell'architettura, Microsoft Azure

John è Lead Architect di Microsoft Azure e si occupa in modo specifico della strategia tecnica e delle relazioni per le tecnologie Linux e open source. Ha creato relazioni strategiche con società quali Red Hat, Docker, Mesosphere, Canonical, Chef e Puppet ed è membro del Consiglio di amministrazione della Linux Foundation. John è anche il coautore delle linee guida per le API REST Microsoft. In precedenza, John si è occupato dell'architettura dei prodotti XAML, tra cui Windows Presentation Foundation, Silverlight ed Expression Blend, e ha contribuito alla diffusione del modello Model-View-ViewModel. John è entrato in Microsoft durante l'acquisizione di Visio.

@gossmanster

Docker e Azure per lo sviluppo di applicazioni ibride

La tua organizzazione ti chiede di creare un'app che dipende dal codice e dai dati esistenti, con scalabilità rapida in base alla domanda dei clienti. Come fare? Verranno illustrati due casi d'uso di Docker e Microsoft che hanno collaborato per permettere agli utenti di creare e distribuire app ibride che risiedono nell'ambiente locale e in Azure.

Il primo caso d'uso mostra come creare una nuova app Linux in Java su un computer portatile e distribuirla senza modifiche in Azure tramite Docker Cloud e Docker Community Edition per il servizio contenitore di Azure. Il secondo caso d'uso mostra come includere un'applicazione esistente in contenitori senza modificare il codice sorgente e come distribuire l'app in contenitori in Azure tramite Docker Enterprise Edition.

Potrai scoprire quali sono le procedure consigliate per le app ibride, qual è l'impatto di tali app sull'azienda e quali sono gli strumenti pertinenti messi a disposizione da Docker e Microsoft.

Scott Johnston

Scott Johnston

Chief Operating Officer, Docker

Scott porta nel suo ruolo di Chief Operating Officer presso Docker oltre 25 anni di esperienza nel settore, dallo sviluppo software al marketing di prodotti, fino alle operazioni IT e al capitale di rischio. In precedenza, Scott ha rivestito il ruolo di Vice President of Marketing, Product Management and Strategy presso Puppet Labs. Prima di Puppet Labs, Scott ha ricoperto ruoli operativi e di responsabilità nei settori della gestione dei prodotti, dell'ingegneria, del business development e del marketing per alcune delle aziende più all'avanguardia del settore, ad esempio Netscape, Loudcloud (società madre di Opsware), Cisco e Sun Microsystems. Scott ha frequentato l'Università di Stanford dove ha conseguito il diploma di laurea e di laurea specialistica in ingegneria elettrica, una laurea specialistica in ingegneria dei sistemi di produzione e un MBA.

@scottcjohnston

Orchestrazione di contenitori su vasta scala con Kubernetes in Azure

Azure consente di accedere a una capacità quasi infinita e la sfida consiste nel saper sfruttare questa capacità in modo efficace. Mark mostrerà in che modo le operazioni basate su modelli per Kubernetes consentono agli integratori o ai clienti stessi di configurare topologie complesse di software di scalabilità orizzontale in Azure, con un'evoluzione graduale da footprint ridotti ad architetture di produzione su vasta scala e con disponibilità elevata.

Mark Shuttleworth

Mark Shuttleworth

Fondatore, Ubuntu e Canonical

Mark è fondatore di Ubuntu e Canonical, dove riveste il ruolo di capo della progettazione del prodotto. Mark ha fondato Thawte, una società per la sicurezza per l'e-commerce su Internet, nel 1996 mentre studiava economia e IT presso la University of Cape Town. Nel 2000 ha fondato HBD, una società di investimento, e ha creato la Shuttleworth Foundation per finanziare i leader innovativi nella società con borse di studio e investimenti. Nel 2002 ha raggiunto la International Space Station come membro dell'equipaggio della missione TM34 della Soyuz, dopo un anno di preparazione presso la "Star City" in Russia. Dopo avere dato vita a una campagna per promuovere la scrittura di codice, la scienza e la matematica per gli aspiranti astronauti e altri ragazzi ricchi di ambizioni presso le scuole del Sudafrica, ha iniziato a lavorare a Ubuntu. Attualmente vive presso il meraviglioso giardino botanico di Mallards nell'Isola di Man, insieme all'adorabile Claire, 18 anatre e qualche pecora vagante occasionale.

@sabdfl

I protagonisti di domani: Java per aziende moderne con Microsoft Azure e Pivotal Cloud Foundry

Con clienti come Ford, GE, Allstate e Comcast, la reputazione di Pivotal come società dalla crescita più rapida nella storia del software open source è pienamente meritata. Il framework Spring Java, Spring Boot per microservizi, Spring Cloud Services (basati su tecnologia Netflix) e Cloud Foundry sono alcuni dei progetti open source di Pivotal adottati con notevole rapidità dalle aziende che usano Azure. In questa sessione verrà illustrato il contributo offerto da Pivotal alle aziende di grandi dimensioni che vogliono trasformare la propria attività adottando modelli cloud nativi con applicazioni Java moderne in Pivotal Cloud Foundry, basato su tecnologia Azure. Un cliente comune, Mastercard, racconterà anche il modo in cui sono riusciti a rivoluzionare le proprie funzionalità software grazie alla collaborazione con Pivotal e Microsoft.

Joshua McKenty

Joshua McKenty

Responsabile del settore Global Ecosystem Engineering, Pivotal

Imprenditore ed esperto di tecnologie, Joshua è il responsabile del settore Global Ecosystem Engineering presso Pivotal. Joshua collabora con clienti inclusi nella classifica Fortune 100 che vogliono passare a un'architettura cloud nativa e con il team Cloud Foundry di Pivotal per inserire nuove funzionalità nei prodotti basati su Cloud Foundry, la piattaforma aziendale leader di settore per l'era cloud. Joshua, menzionato nella classifica San Francisco Business Times 40 Under 40 Leaders e premiato con il NASA Ames Honor Award, ha avuto un ruolo fondamentale nella definizione e nella commercializzazione delle soluzioni cloud. È cofondatore di OpenStack, la migliore soluzione cloud aperta per infrastruttura distribuita come servizio, e di Piston Cloud Computing, che offre soluzioni cloud private basate su OpenStack per importanti aziende in diversi settori. In qualità di cofondatore e di responsabile dell'architettura, Joshua ha guidato lo sviluppo di NASA Nebula, la prima piattaforma di cloud computing del Governo federale.

@jmckenty

Red Hat e Microsoft: la tua tecnologia, la tua piattaforma, a modo tuo

Dall'annuncio storico del 2015, Red Hat e Microsoft hanno collaborato per offrire ai clienti la libertà e la flessibilità necessarie per la scelta delle soluzioni tecnologiche. Una delle aree principali della collaborazione riguarda la tecnologia per i contenitori, dallo sviluppo all'orchestrazione, alla gestione e all'hosting di una potente piattaforma per contenitori di livello aziendale.

Verranno presentate tutte le soluzioni che Red Hat e Microsoft possono ora offrire agli sviluppatori. Dallo sviluppo di applicazioni Microsoft .NET a Java, tutto è possibile con Red Hat OpenShift Container Platform in esecuzione in Azure. Illustreremo i vantaggi derivanti dall'esecuzione di OpenShift Container Platform e come la trasformazione digitale e l'adozione di microservizi contribuiscono a ridurre i tempi di compilazione e ad aumentare la produttività degli sviluppatori.

Nicholas Gerasimatos

Nicholas Gerasimatos

Technical Cloud Evangelist, Red Hat

In qualità di Red Hat Technical Cloud Evangelist, Nicholas collabora con Microsoft Azure, un provider di servizi cloud certificato, per progettare, creare e integrare le offerte dei prodotti Red Hat nel portfolio di Azure, incluse le offerte per data center, applicazioni line-of-business e strategie Route-to-Market. Collabora inoltre a stretto contatto con clienti aziendali supportandoli nell'implementazione, nella creazione e nella distribuzione di soluzioni cloud pubblico e privato. Grazie alla partnership con i team Alleanze strategiche di Red Hat, contribuisce a dare forma ai portfolio di tecnologie Red Hat Enterprise Linux, OpenShift Container Platform, CloudForms, Ansible Tower, Software Defined Storage e JBoss Middleware.

@TheRedHatCloud

Creazione di pacchetti di applicazioni indipendenti dalla piattaforma con Habitat

L'obiettivo più comune degli sviluppatori è quello di creare un pacchetto software una volta e distribuirlo ovunque. Con i progetti open source attuali, questo obiettivo è più vicino che mai. Partecipa a questa discussione per informazioni su come creare pacchetti software che possono essere eseguiti (quasi) ovunque con Habitat. Scoprirai in che modo è possibile eseguire la stessa applicazione in un computer bare metal, in una macchina virtuale o in un contenitore, con tutte le funzionalità necessarie per l'automazione dell'applicazione incluse per impostazione predefinita nel pacchetto stesso. Vedrai inoltre come compilare e distribuire questi pacchetti con l'intelligenza necessaria per l'organizzazione automatica in topologie, senza la necessità di un agente di orchestrazione centralizzato. Ecco come si è avverato il sogno di pacchetti indipendenti dalla piattaforma con organizzazione automatica oggi e come si evolverà nel futuro.

Nell Shamrell-Harrington

Nell Shamrell-Harrington

Senior Software Development Engineer, Chef

Nell è il responsabile principale dei prodotti open source Supermarket e Habitat. Fa anche parte del comitato consultivo dei certificati dell'Università di Washington per la metodologia DevOps e la programmazione Ruby. È specializzata in Chef, Ruby, Rails, Regex, Rust e nello sviluppo basato su test e ha illustrato questi argomenti in tutto il mondo. Prima del suo ingresso nel mondo dello sviluppo software, ha studiato e lavorato nel campo del teatro.

@nellshamrell

Strumenti per lo sviluppo e la distribuzione di applicazioni in Kubernetes

Il progetto Kubernetes open source ha registrato una forte spinta negli ultimi anni, contribuendo a migliorare l'esperienza degli operatori. A volte, tuttavia, non è chiaro dove trovare nuovi sviluppatori e come formarli per lavorare in questo interessante settore. Questa discussione illustrerà l'esperienza di sviluppo per Kubernetes, soffermandosi in particolare sugli strumenti specifici disponibili, ad esempio Helm, lo strumento di gestione pacchetti per Kubernetes, o Draft, uno strumento che permette agli sviluppatori di semplificare il processo di creazione di applicazioni in contenitori e di creazione dei pacchetti corrispondenti per Kubernetes.

Gabe Monroy
Michelle Noorali

Gabe Monroy

Responsabile principale della programmazione, Microsoft Azure ed ex Chief Technology Officer presso Deis

Gabe è Lead Program Manager per il servizio Contenitori in Microsoft Azure. Gabe è stato cofondatore e Chief Technology Office di Deis, acquisita da Microsoft nel 2017. Gabe, tra i primi collaboratori ai progetti Docker e Kubernetes, vanta una profonda esperienza sui contenitori negli ambienti di produzione e spesso offre alle organizzazioni consulenze su servizi PaaS (piattaforma distribuita come servizio), sistemi distribuiti e architetture native del cloud. Gabe interviene regolarmente agli eventi di settore, ad KubeCon, DockerCon, CoreOS Fest, GlueCon, QCon e Microsoft Build.

@gabrtv

Michelle Noorali

Senior Software Engineer, Microsoft Azure e responsabile della manutenzione del progetto Kubernetes Helm

Michelle è Senior Software Engineer per Microsoft Azure e uno dei responsabili della manutenzione del progetto Kubernetes Helm. È co-responsabile di SIG-Apps, un gruppo di interesse specifico per l'esecuzione e la gestione di applicazioni e carichi di lavoro in Kubernetes.

@michellenoorali

Insegnamenti di Skype sulla migrazione e la gestione di un'infrastruttura Linux su vasta scala nel servizio IaaS (infrastruttura distribuita come servizio) di Azure

Questa sessione illustra la migrazione dei carichi di lavoro Linux su vasta scala di Skype nel servizio IaaS di Azure. Dalla distribuzione alla configurazione, all'applicazione di patch e al monitoraggio, puoi ottenere informazioni dettagliate su problemi e soluzioni, oltre agli insegnamenti generali appresi nel corso degli anni.

Kaspars Mickevics

Kaspars Mickevics

Responsabile di progettazione principale, Skype

Kaspars ha avuto la sua prima esperienza con Linux nell'estate del 2000 e dal quel momento è diventato la sua passione. Da allora, ha lavorato come freelance configurando i server per le piccole imprese e presso un data center dove ha imparato tutto sull'infrastruttura dei data center. Negli anni più recenti, Kaspars è stato responsabile dell'esecuzione dei servizi di base di Skype. Gestisce un team di tecnici Linux all'avanguardia in tutti gli aspetti relativi a Linux, come gestione, monitoraggio, sicurezza e conformità. In termini di Linux, possiamo proprio dire che Kaspars e il suo team ce l'hanno fatta.

Demo pratiche

Segui l'evoluzione di un'app Java e Node.js dal portatile di uno sviluppatore a distribuzioni cloud. Guarda questi video e prova le demo.

Java: Spring Boot nelle app Web di Azure

Distribuzione di un'app Spring Boot in Azure

Guarda Joe Binder, Principal Product Manager per Microsoft Azure, che illustra quanto è facile distribuire un'app Java Spring Boot in Azure. Usando IntelliJ e l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0, Joe prende un'app Spring Boot esistente, la include in un contenitore e la distribuisce rapidamente nel servizio App Web di Azure in Linux e in Kubernetes nel servizio contenitore di Azure.

Node.js: app MEAN in Azure

Distribuzione di un'app MEAN in Azure

Matt Hernandez, Senior Program Manager per Microsoft Azure, distribuisce un'applicazione MEAN di esempio nel servizio App Web di Azure in Linux, presentando così l'intera esperienza di sviluppo con Visual Studio Code e l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0. Matt illustra anche come archiviare i dati dell'app in Azure Cosmos DB, che ha sostituito MongoDB e ne mantiene la compatibilità completa con i protocolli.

Pronti per iniziare?

Iscriviti e ottieni $200 in crediti di Azure. Accesso completo per esplorare tutti i servizi desiderati.